The Pikets tale…le avventure in sudafrica di un promettente legale lombardo


sun_set.jpgUPDATE3  

Un promettente avvocato lombardo emigra in Sud Africa alla ricerca del senso della vita e di sesso facile. in esclusiva su diario minimo il suo racconto:
 ho capito perchè il 70% del personale medico-sanitario degli ospedali pubblici
è affetto da AIDS:
la gran brava donna che funge da Ministro della Salute della Repubblica del
Sud Africa ufficialmente sostiene che l’AIDS possa essere curato con un successo con una dieta alimentare equilibrata: in
particolare la linea ufficiale del Governo consiste nel raccomandare un tipo di patata particolare mischiata con fettine di aglio.
 Laddove la situazione si presenti particolarmente seria somministrano dei
beveroni ricavati da cibo essicato, latte e acqua….
Solo alcune donne incinte vengono trattate con farmaci retrovirali (da parte
delle ONG europee/USA………………….)
Anche l’Arabo sdentato sta mutando dieta: la birra è ufficialmente sospesa da
tre gg, durante i quali gli ho fatto provare un vino rosso in cartone
 da 3 litri preso al supermercato che ha destato grande entusiasmo…..
 Drammatico w en d quello appena trascorso: pranzo a casa (cioè residence) con
2 coreani e e l’arabo. Spaghetti sud africani + salsa pronta,
cotti prima nell acqua ( senza sale) e poi NUOVAMENTE COTTI in padella con
funghi, peperoni e cipolle. Il tutto sommerso da una straziante salsa “Tomato
sauce” alla cui apertura ho temuto si fosse verificata una fuga di gas….
Gli spaghetti sono stati mangiati ( anzi rumorosamente succhiati) con
bastoncini coreani, con accompagnamento di cetriolini sottoglio e pane
imburrato. allego foto esplicativa.
 lanuz quanto ho rimpianto la pasta al whiskey!
Alla sera: pizza take away, anzi delivery: mentre l’Arabo intesseva le lodi
del gusto del latte come ideale bevanda per accompagnare la pizza,
 i coreani esultavano della scelta: Caribean Pizza: ham, banana, garlic……
che dire del sud Africa? Non è così diverso dall’Italia: il pizzo esiste anche
qui. Un ragazzo (svizzero) appena arrivato da 2 giorni
si è imbattuto in un malvivente che gli ha “chiesto” dei soldi esibendo un
coltello. Lo svizzero, in ossequio a quanto chiaramente consigliato dalla Lonely
Planet, ha diligentemente svuotato il proprio portafoglio nelle mani del
bandito(circa 30 euri) senza opporre alcuna resistenza.
Da allora in avanti, il malvivente pare riuscire a rintracciare (e
riconoscere) il cittadino elevetico.
Si mormora che 2 volte in 4 giorni abbia preteso la paghetta quotidiana,
esibendo ogni volta un coltello diverso ( se ne sta comprando di migliori
ovviamente con i soldi che “guadagna” quotidianamente… da ridere no?)
Per fortuna, in giro c’è un sacco di polizia. A riguardo sono venuto a
conoscenza di cose bizzarre:
Una sera sono andato in locale e ho conosciuto una sudafricana (non chiedete
nulla: costei pesava più di me…) accompagnata dal fratello visibilemente
alticcio.
Dopo un po’, ci avveniamo che il fratello è scomparso….ed è irreperibile per
il resto d ella serata.
Giorni dopo sono venuto a sapere che il malcapitato era andato a fumarsi una
sigaretta sul marciapiede di fronte al locale.
Colà era stato poi “portato via” dalla Polizia, che aveva provveduto a
 1. malmenarlo
 2. spogliarlo di ogni avere e ogni pecunia
 3. privarlo degli indumenti
 4. abbandonarlo a 40 km da Cape Town

 il poveretto era poi riuscito a tornare a casa in qualche modo…
Peraltro tutta questa violenza pare scatenata dalla ondata di droga che
pervade la città: la “dagga” (così noi sudafricani chiamiamo la marrrriuannna)
indoor è veramente potente; il TIK è una nuova droga a base anfetaminica che
tiene svegli e senza appetito per giorni. L’effetto collaterale è che rende la
gente aggressiva e nervosa…bah!
Per non darvi l’impressione che sia un inferno però posso dirvi che ci sono un
sacco di locali-localini tipo disco pub in cui la selezione all’ingresso viene
fatta facendo pagare 2 euro di entrata e perquisendo gli avventori…. questa è
decisamente gente coscienziosa!!
Purtroppo, la peroni in bottigli dentro il locale costa 1.5 euro e questo è un
vero e proprio invito all’alcolismo per le tasche europee….
 allego foto di tramonti sull Oceano Atlantico, ragazzini che giocano a toccato
sulla costa dell’Oceano Indiano, muli e vacche che pascolano ineffabili sotto la
finestra del residence etc…

Annunci

Una risposta a “The Pikets tale…le avventure in sudafrica di un promettente legale lombardo

  1. senonaltro adesso almeno hai un blog con una impostazione grafico/contenutistica decente e con dei feed che funzionano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...