continua ‘Sti Kazzi – IL ROMANZO!


‘Sti kazzi.

Ora alzo finalmente gli occhi sul resto del mio team per capire chi e’ dentro chi e’ fuori.

E lo capisco subito.

 Sono rimasti dentro due giovini aggressivi, 24enni, laurea con lode, master in Mba, un anno di formazione in banke d’affari, competitivi e ambiziosi come sono stati costruiti ad essere.

 Lo si vede subito che loro due sono dentro. Sono gli unici a rimanere impassibili al loro posto, fissando lo schermo.

Per il resto sono tutti che si agitano e, adesso che alzo gli occhi, li incrocio tutti i loro sguardi.

Sono interrogativi e incazzsati.

“Lo sapevi stronzo” dice ad alta voce Marco Giordini, l’unico iscritto al sindacato dei bancari dell’ufficio.“Noi a casa e tu e i tuoi ragazzetti a guadagnare sulla riduzione del costo del personale…”

“Ah tu sei sempre qui e’….” urla la pazza isterica di prima.

Io faccio come i calciatori in uscita dallo stadio o i banchieri da mediobanca quando non vogliono parlare…mi attacco al cellulare.

Mi alzo e con gesto perentorio indico…”sono al telefono”

E cosi’ una chiamata la faccio per davvero, all’ultimo numero che ho composto.

“Radiotaxi buongiorno….”

“Si buon giorno, senta mi hanno appena licenziato….

“e vuole un taxi?”

“no e’ che mi offrono un anno e mezzo di stipendio, consocendoli me li accreditano domani, con valuta oggi. Saranno  un 150 mila euro netti, piu’ i bonus e le ferie fino a qui accomulate. Il tfr no, quello l’ho regalato ai fondi da anni… allora, mi sente?”

“si ma non capisco”.

“la scelta e’ tra pigliare sti soldi subito o andare in causa…, chiamare gli avvocati e se tutto va bene chiudere tra qualche mese. O andare in causa e chiudere tra anni…”

“150 mila euro???? E ancora ci pensa…. Le chiamo un taxi…. indirizzo?”

“piazza fontana 1”

“….. attendere prego ….attendere prego…”

“arriva il taxi, verona 43 in 4 minuti”. 

LA VANI (4) 

Un ora e mezza nello studio di Luca Marchi, un’ora e mezza di nulla. Niente. Vuoto puro. Una di quelle riunioni in cui e’ chiarissimo fin dal primo minuto che nessuno aveva qualcosa da dire ma un progetto per questa sera bisognava tirarlo fuori.

Tutti molto fintamente professionali.

Tutti a recitare ‘sta caztso di parte dell’agenzia pubblicitaria, poaretti.

Luca Marchi poi era decisamente distratto e continuava a guardarmi fisso negli occhi con lo sguardo tra cane bastonato, scamarcio in “texas” e mio padre quando rimaneva incollato negli anni ottanta davanti a Colpo grosso…cin cin….

Stasera rischio di brutto, devo cercare di non bere troppi prosecchini se no finisce male, lo so.

Non so come ho fatto a tenere tutta questa pipi’.

Avevo la mia bottiglia di levissima col tappo a biberon e continuavo a bere.

A un certo punto non ce la facevo piu’ ma sapevo di dover resistere, non avevo nessuna voglia delle solite battutine sulla mia incontinenza.

Certo che sta pipi’ non finisce piu’. Saro’ almeno da due minuti in bilico sulla tavoletta e iniziano a tirarmi i muscoli delle coscie.

e ora mi squilla pure il cellulare…

Mi vibra nella tasca dei Jeans massaggiandomi l’aduttore destro, e’ quasi erotico.Psssssssssssssssssssssssssssssssssssss…..Forse sto facendo un record, dovrei contattare il Guinness dei primati Il telefono continua a vibrare, prolungatamente. Puo’ essere solo mia mamma, e’ l’unica che fa squillare

Puo’ essere solo mia mamma, e’ l’unica che fa squillare il telefono per 23 volte e poi richiama almeno due volte per essere sicura di non aver sbagliato numero e di disturbare sicuramente. Se la conosco adesso chiama all’interno dell’ufficio e per dire NIENTE. Ultimamente sa solo dire : Hai Novita’ ?No, non ho nessuna novita’, se no ti chiamarei Mamma.‘Sta stronza della Kikka, tutti al centro dell’attenzione. Sempre. O perche’ e’ la piu’ fika, o perche’ e’ la piu’ fuori, perche’ fa i casini, perche’ fa una personale, perche’ ce’ , perche’ non ce….   ma dove catso e’ finita…Ah, ho finito. Mi rimetto in piedi, mi pulisco e tiro l’acqua. Apro la porta del bagno e mi ritrovo Lucamarchi di fronte.“Pero’,  2 minuti 12 secondi 23 centesimi….mamma mia. Vanessa. Una vescica portentosa…”“fan kuuuuuuuuuuul….” dico mentre il telefono vibra di nuovo. E la bimba, finalmente si sara’ accorta che sono in SERIO PERICOLO CON LUCA MARCHI QUEST SERA e che LATROAIDELTOPOMIHAINCULATOPERLENNESIMAVOLTAAAA E CHE MIASORELLAE’SPARITAEABITOCONQUATTROFATTONICHEMISONOFATTAPIUOMENOTUTTIEQUATTROECHEFACCIOUNAVITADIMERDAESENZASENSOCHEMIAMAMMMAALLAMIAETA’AVEVAGIA’DUEFIGLIEALLASILOEIONONHONEANCHEUNMOROSODAPORTAREAIPRANZIDINATALE….“Catso, pensavo avessi fatto la fine di tua sorella…”“Simpatica”“E’ la terza volta negli ultimi 125 minuti….”
“Ero in riunione…due ore di riunione per la merdxa di cena di questa sera”
“Ma non eri quella che se ne frega, che sei riuscita a dire no, che li hai mandati tutti a kakare….che sei la super fika e bla bla bla…”
“Ma hai letto i miei ultimi messaggi?”
“Ma va, stavo facendo terapia di gruppo…“E questo vuol dire che non mi stai chiamando per tirarmi su il morale…che catso vuooi?”
“Bon jour finesse….”
“scusa, sono un po’ sclerata. Lucamarchi mi ha appena sentito pisciare per dueminutie13secondi…”“cronometrati….?”“si…”“ah…pero’ ““mi ha chiamato il fratello di Kiddu”“Kiddu il pasticciere o Kiddu il fattone?”
“il fattone”
“e ha un fratello?”“si giovane e molto molto carino”“e ci sei uscita e te lo sei fatto?”
“No fa una festa questa sera, un aperitivo a casa sua e di Lillo e ci ha invitato…
“Ma se non lo conosco…”
“Lui si e Lillo mi ha chiesto di invitarti…”“Merdxa”

“Merdxa”“Nel senso che devi cagare? Allora ci risentiamo dopo….non vorrei essere di troppo.”“ma non cretina, merda nel senso che questa sera alla fine sono rimasta incastrata dal lavoro e sono a cena col Luca Marchi…te l’ho scritto in almeno 3 messaggi che non hai ovviamente letto!”“Senti non fare la solita isterichetta. Tu mi hai detto meno di 3 ore fa che eri una strafiga, che li avevi mandati a cagare, che non eri la schiavetta del belloccio …. bla …. bla … bla…Io ti organizzo un aperitivo a casa di due ragazzi carini, simpatici che abitano in un posto della madonna, una vecchia casa colonica ristrutturata……e tu sei gia’ tornata la schiavetta sfigata che non sa dire di no? ““grazie per l’incoraggiamento! Devo andare ciao”“e non t’incatsare…ciao…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...