mara cartomante amica…


Un altra puntata di sto catso di Sti Kazzi IL ROMANZO …un esclusiva mondiale di diariominimo-ilblogdelpopolodellelibertà 

.“Marketto, quella di oggi e’ una storia triste…”I

ntanto l’inquadratura va su un anello antidato con pietra dura a soli 79 euro, lotto 21…

Con Mara c’era una grande intesa professionale. Lei si fidava ciecamente di me, delle mie idee per crearle il personaggio. Le tv locali a fine anni novanta erano piene di maghi. Per lo piu’ si trattava di trans aggressivi, ciarlatani urlatori napoletani e un paio di zoccole rovigotte. Mara no, voleva essere diversa…Mara voleva essere rassicurante e comprensiva, ammiccante e consolatoria. Il suo target erano signore 50-60-70 enni benestanti e sole e qualche ometto arrapato.

L’abbiamo studiata assieme la strategie, Mara, il suo agente ermafrodita Yuri e il sottoscritto. Abbiamo parlato a lungo e scritto appunti ai tavoli dei migliori ristoranti della riviera del Brenta.

Una sera, al termine di un antipastone misto di bolliti, dopo venti canoce e dieci prosecchi e’ nata “MARA…CARTOMANTE AMICA”

“Si va’ beh Marco , ho capito…ma non vedo dove sta il casino…”

Lotto 26 , collana in ametista – antita anticata – con braccialetto annesso.  312 euro il valore commerciale, da noi scontato a 248 euro e SOLO PER QUESTA DIRETTA, SOLO PER QUESTA DIRETTA, ADESSO ALLE 15 E 13 SOLO SU STV … abbiamo 10 LOTTI DISPONIBILI 10 LOTTI E CHIEDO ALLA REGIA IL CONTO ALLA ROVESIA 10 LOTTI A NOVANTANOVEEEEEEEEEEEEE EURO……………NOVANTANOVEEEEEEEEEEEEEEEE EUROOOOOOOOOOOOO….

“Ho guadagnato un sacco di soldi, immoralmente, fregando vecchiette e poaretti, li ho anche intascati fisicamente, nel senso che ho proprio preso le buste bianche con scritto a biro con stampatello stentanto e tremolante “per la signora maga mara” e dentro tanti, ma tanti biglietti da 10 e 50 mila lire…Oltre a cene, viaggi, una moto! Anche una moto mi ha dato la mara nel pieno dello splendore…”

 “E  la franci non gli pareva bello e c’aveva ragione. C’aveva ragione. Ma ci pagavano il mutuo con le mancette..E poi lei e la kikka si divertivano da morire…. Se ne stavano a casa nostra a mignagola, La Franci con la bimba da allattare e la kikka con un biberon di birra e le gallette di riso che ne mangiava centinaia al giorno…se ne stavano li ad ascoltare la cartomante amica e poi mi davano anche delle dritte sulle cose che Mara doveva dire, come doveva muoversi. Accarezzarsi con le due mani il viso guardando verso il cielo, una posa quasi da Madonna del rinarscimento, quella posa Li’ di Mara l’ha inventata la kikka…”

“fiko…”

“A un certo punto, con la Mara al massimo della popolarita’, si e’ rotta le balle di venire in questo squallido studio a Rubano e ha preteso di fare le dirette da casa, a Tre baseleghe. Contento il Paron, che ghe domanda schei, contento la Mara che non deve farsi 50 chilometri per la diretta, contento io che non devo farmi 70 chilometri per andare a lavorare. La location e’ ottima, la Mara si e’ costruito un castello delle fiabe nella frazioni Vigontina di Trebaselghe. Via del cimitero 13, eppure io il cimitero non l’ho mai trovato in fondo alla via. Si, accanto c’e’ un campanile, ma il cimitero non c’e’ proprio.

Le dirette le facciamo in salotto: tavolo di vetro ricco di suppellettili di murano arricchitte da chincaglieria pseudo orientali e da tre immense rose del deserto comprate a sharm el sheik. Un immenso quadro in stile pop art comprato da Mara in diretta Tv da “Arte Venezia”, una domenica sera: un icona russa del 800 comprata da Mara in differita Tv su La11 un mercoledi’ mattina. Un lampadario di cristallo rosato difficilissimo da spolverare domina la stanza che si apre su tre fronti verso un giardino veramente ben tenuto. In autunno quando l’acero americano si colora di rosso e’ uno spettacolo, soprattutto al tramonto. Si, con le vetrare e’ un casino trovare le inqaudrature giuste. Il set luci lo lascio direttamente li, di puntata in puntata. Uso due camere, da solo. Una la tengo fissa, inquadratura larga su tutta la stanza, con l’altra seguo i movimenti di Mara.  Registriamo il mercoledi’ e il venerdi’, preferibilmente col buio che risolve alcuni dei problemi di riflessi vari con le pareti.

Al piano di sotto stiamo io e Mara, in una stanza nel seminterrato le telefonista prendono le chiamate. Le puntate vanno in onda alla solita ora, la stessa a cui registriamo. Cosi’ chi chiama crede di essere in diretta…

La Kikka trova le registrazioni in casa un’opera d’arte – mi lusinga sempre la stronzsetta – e l’appuntamento a casa nostra a Mignagola per vedere la Mara e’ imperdibile.

E cosi’ una sera, mentre scalda il latte per la creatura e fa scoppiare i pop corn nel microonde trova nel cestone delle chiavi il mio mazzo di chiavi di casa di mara…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...