IN NOME DEL POPOLO ITALIANO


La scritta “Journaliste” sulla porta d’ingresso e’ sempre piu’ mal ridotta. Entro con la sigaretta in mano e saluto con piglio deciso. Conosco le regole del gioco e so che un atteggiamento timido e dimesso determina l’indifferenza dei colleghi che in quella stanza passano gran parte della propria vita.

“Cazzo duro?” mi chiede il Re del Palazzo

“Sempre, durissimo” rispondo – e anche questo e’ un cliché – una risposta obbligata per farsi accettare, o per lo meno sopportare, dal circolo chiuso dei cronisti giudiziari.

Mi guardo attorno, non ci vengo da troppo qui dentro, dalle prime udienze di Parmalat e della eroiche imprese del Furbetto del quartierino.

Noto subito una rivoluzione copernicana. Al centro del tavolone sfatto di legnaccio consumato non c’e’ piu’ il mega posacenere rotondo stracolmo di mozziconi.

Cazzo, non si fuma piu’ nella sala stampa del tribunale di Milano! Il divieto e’ arrivato nella zona piu’ franca che avessi mai frequentato.

Per fortuna mi sbaglio, I colleghi stanno, infatti, fumando quasi tutti, dentro e fuori la stanza. Una cicca dopo l’altra. Il posacenere e’ solo stato spostato all’esterno, nell’immenso corridoio dove rimbombano i pochi passi del pomeriggio.

Io ascolto e intanto controllo i nuovi adesivi sui muri.

All you need is Prodi – adesico nero, scritta Bianca. Sulla porta, vecchio e sbiadito.

“Veltroni si e’ dimesso…” “Non le accetteranno mai. Ma chi cazzo vuoi che si voglia bruciare prima delle Europee dove prenderanno un’altra batosta della Madonna.”

I Love Cox 18. Difendo I tentativi di alternative culturale.

“Il PD non esiste, non e’ un cazzo, non e’ un partito, non e’.”

Sullo specchio sbertucciato la foto di una croce in cima a una qualche montagna ”

Veltroni e’ una testa di cazzo di proporzioni colossali”

“Sono stata a trapani per lavoro. Ho mangiato in maniera straordinaria…” Sulla parete di destra, un adesivo di una piovra con la testa di Letizia Moratti

 “Sono siculo anche io. Mio suocero produce arance e confetture. Non mi ha mai mandato qua’ su’ manco una cassetta di Tarocco”

 “La vita notturna di Catania a Milano te la puoi scordare”

“Scampagnini ci ha mandato in bancarotta”

Sull’armadio, la foto di un modello in una pubblicita’ di profumi.

“Va buo’ ma quello e’ come il Berluska. La fika e’ la sua occupazione primaria, il resto sono quisquiglie”

Prove tecniche di smantellamento della giustizia e una foto del ministro Brunetta in un cartello di divieto. Adesivo attaccato su tutte le finestrone. In fondo al tavolo, cosparso di quotidiani straletti, c’e’ sempre l’anziano giornalista che batte sulla sua macchina da scrivere e ogni tanto va a spedire il testo via fax.

E’ l’ora della sentenza.

Il re del palazzo scende nel suo fifi’ abbracciato alle giovini colleghe… “Mo ci togliamo pure sta incombenza

“scopa’ scopa’ scopa’, zinne, scopa’, figa, figa’”

Io li seguo, mi perdo sempre in questi corridoi, tra un piano e l’altro, una corte d’appello e un tribunale fallimentare.

L’aula e’ piccola, gremita di telecamere e fotografi.

 “La legge e’ ugale per tutti” troneggia in oro su sfondo blu sopra lo scranno del giudice. Meno per quattro, penso. “Ma applicata in modo diverso” mi dice il vicino.

“Tu flashi subito?”

I colleghi padroni del palazzo raccolgono le scommesse: 1 condannato 2 assolto X prescrizione. L’allibratore gira tra avvocati e cronisti. Il brusio cresce. Okkio, okkio arriva arriva… Entra una signora piccola con i ricci e un mantello nero. “In nome del popolo italiano….”*

 *L’avvocato inglese David Mills e’ stato condannato, in primo grado, a 4 anni e 6 mesi per corruzione in atti giudiziari. Mills ha ricevuto un pagamento di 600 mila euri dalla Fininvest per dare falsa testimonianza nel processo riguardante i fondi neri dell’azienda di Cologno. L’avvocato ricorrera’ in appello. La posizione dell’altro imputato, S.B., e’ stata stralciata in attesa che la Corte Costituzionale si pronunci sulla legittimita’ del Lodo Alfano che garantisce l’immunita’ alle quattro piu’ alte cariche dello stato.

Annunci

3 risposte a “IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

  1. SIlvio, se vuoi ti dò anche un po’ dei miei risparmi, così la prossima volta paghi meglio Mills e non succedono sti casini inutili e ci puoi governare tranquillo, così come noi abbiamo votato. Oppure facciamo una colletta per te, così non devi evadere per forza le tasse e il PDL ci può governare finalmente in pace. Firmato popolo italiano. (Nel’attesa che sinistra e giudici capiscano veramente il punto della faccenda). (sospiro)

  2. Mai frequentata la sala stampa, ai miei tempi. Solo le fonti.

  3. Rdq , anche tu hai nostaglia dei bei tempi andati….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...