LA PRIMA RONDA NON SI SCORDA MIA


 

Diario Minimo ha passato una notte con la prima ronda ufficiale istituita dal Libero Popolo delle Liberta’ Liberali. Un nostro inviato, sotto mentite spoglie, si e’ finto un ex generale in pensione dell’Esercito della Salvezza per ottenere il prestigioso tesserino della “Ronda citta’ sicura – sezione Verissimo.” .

Ecco il suo racconto, in esclusiva:
Ore 21, primo incontro.

L’appuntamento e’ di fronte alla stazione centrale. Per lettera mi e’ arrivato l’invito ed il dressing code:
Pantaloni militari, canottiera del Milan, camicia verde, bandana tricolore. Libera scelta per mutande e calzini, evitare il rosso.

Giacca: verra’ consegnata ufficialmente al posto di ritrovo.

Arrivo in camicia, con meno due gradi. La pancia borbotta, sudo dal dolore, mi sto quasi cagando addosso.

E’ buio ma riconosco subito gli altri membri della ronda.

Hanno tutti una camicia verde, un bandana tricolore e tremano dal fredddo.

“Buon giorno sergente!” Mi urla un vecchietto sdentato alto un metro e 51, tutto pelle e ossa.

“Sono il comandante a riposo della dodicesima brigata assaltotori di Pola, Franco Battaglietti, richiamato per conquistare l’Abissinia, uccidere il Negus e permettere al tricolore di sventolare sopra tutte le altre bandiere!”

Grida paonazzo in volto…” Vinceremo!” Urla alzando il braccio teso e scattando sull’attenti. Ma il movimento e’ troppo repentino. Il catere si stacca dal pene e rotola a terra portandosi apprsso on una sacca di piscio scuro.

Il comandante Battaglietti impreca dal dolore e si contorce nel suo piscio.

“Pum, pum”. Due spari in pieno corpo e Battaglietti si blocca. Il suo corpo giace a terra in una pozza di sangue.

A sparare e’ un tizio vestito tutto di nero con un fucile a canne mozze.

“it’s a war! Non possiamo portarci appresso vecchi e bambini! God save America” .

“My name is Arnold Scwazzenbus, riservista del Sud Dakota. A Milan sono responsabile marketing di un gruppo di bevande isotoniche Ergogade: “drink and power up”.

“Fa un fredo can!” annuncia, ignorando il cadavere a terra, la signora alla mia sinistra. Eppure nasconde sotto alla camicia verde una caldissima pellicia di visone.

Sto gia’ pensando di battere in ritirata quando arriva un uomo alto, abbronzato, in doppio petto e cappotto di cachemire.

Porta in gremdo in nostril giubotti.

“Cribbio si congela”. Potevamo trovarci almeno sotto ad un fungo riscaldante.

“E questo morto a terra cosa ci fa?” “deve sparire subito tra cinque minuti arriva Studio Aperto.

“Su su veloci, mettevi il giaccone”.

Infilo il primo che mi giunge a tiro. Mi e’ strettissimo ma non importa.

“Veloci veloci, tutti davanti al cadavere e sorridenti. Nessuno dica un parola. Solo io rilascio le interviste.”

Stik stak. L’americano ricarica il fucile.

Arriva una biondina carina e rifatta.

“Italia uno……..vi porta in esclusiva nella notte dei cittadini valorosi che mantengono la sicurezza delle nostre citta’.”

“Lei e’?”

“Sono Giorgio Fede, nella vita sono responsabile della sala mensa dirigenti di un gruppo multimediale, ma qui sono l’Angelo delle Liberta’ Fede, a capo del gruppo Ronda dei Liberi – sezione Verissimo.

“Giriamo questa zona di milano tutte le notti dalle 9 alle sei del mattino alla ricerca di clandestini, rom, comunisti, interisti e writer…”

“Manteniamo la citta’ sicura!”

“Grazie, grazie. Dalla stazione centrale di Milano e’ tutto, linea a Riccione, per il concorso mondiale tetta rifatta peggio del 2009….”

Si spegne il faro della telecamere.

“Bene, ridatemi I giubotti. Tutti a casa. Sarete contattati per un rimborso spese da spendere su mediashopping.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...