L’ESERCITO SPALA I PIEDI STONFI DI LADY GAGA


Un vigile in pettorina gialla scorta l’esercito per le vie del centro. “Spalate qui!” Ordina.

Giovani guerriglieri in tuta mimetica eseguono gli ordini e ci sentiamo tutti piu’ sicuri.

Piedi stonfi e calzini sbagliati.

La neve e’ gia’ pacioro. La colpa e’ sempre degli automobilisti.

Negli uffici semi deserti si fa finta di lavorare, si sbirciano le condizioni del manto nevoso di Madesimo, si firmano buone-uscite e lettere di licenziamento, le ultime prima delle feste.

Il mio eroe di Guaichil da lezioni di vita alla reception mentre un brasiliano, sposato con una calabrese, mima a un pugliese di Buccinasco un film porno carioca. 

Mi perdo nei siti web delle case editrici. Alla sezione “invio manoscritti” ti spiegano che non ha senso mandare il tuo romanzo, non lo leggeranno mai, non lo pubblicheranno neanche sotto tortura. Grazie.

Quando ti tagli quei cazzo di baffi? Intima la Signora K.

La signorina K. vola sulle lievitazione naturale del panettone casalingo.

Scrivo post senza capo ne’ coda ma non devo darne conto a nessuno.

Guardo la Signorina K. nei suoi occhioni scuri mentre le canto Lady Gaga. Rome Rome. Adora il pop-rock tamarro. Il fasciatoio e’ l’angolo piu’ intimo della casa. Ci scambiano un sacco di confidenze.

Un’epoca e’ finita. Non posso neanche cantare “cosa racconteremo ai figli che non avremo di questi cazzo di anni zero.”

Mi chiedo se questo Diario Minimo ha ancora senso di esistere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...