IL RITORNO DELLA SIGNORINA K.


La signorina K. ne aveva le scatole piene di Babbi Natale, candele rosse, campagna e ski tour di fondo su Eurosport. Non ne poteva piu’ di essere abbracciate da mani sconosciute, baciata e strucchignata da ogni conoscente dei K., vezzeggiata da qualsivoglia parente. Non sopportava piu’ gli spritz al Campari, il radicchio dei contadini e un lettino da bimbi grandi con le sponde alte in cui perdersi. Ne aveva viste troppe per i suoi neanche quattro mesi negli anni zero zero (ndr: http://papaexpress.blogspot.com/).
Ha salutato con un sospiro di sollievo la familiare scritta Star all’uscita di Agrate, sorriso alla rotonda di Rubattino, esultato sul cavalcavia dell’Ortica.
Milano era pur sempre la sua città e la provincia operosa l’annoiava a morte.
Si e’ goduta in santa pace la signora K. con cui si è messa a spettegolare nel suo angolo preferito della casa, il fasciatoio sopra la lavatrice. Si è immersa felice con il Krugman nella loro vasca da lillipuzziani con l’acqua calda calda e il pesce palla termometro rosa. Si è distesa sfinita nella culla bianca godendosi il suo cd preferito di ninnenanne della Melloni. Si’ è addormentata da sola serena e felice.
…Due ore dopoe si e’ svegliata, erano cominciati i saldi!
Annunci

Una risposta a “IL RITORNO DELLA SIGNORINA K.

  1. e quando torna me la ristrucco pure!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...