QUANDO SI DIVENTA OVER


Entro tra le mura di Cittadella e seguo il profumo di pesce fritto. Arrivo in piazza e mi metto in coda.

Non sono neanche le otto e mezza di una domenica di pieno inverno e una buona fetta del popolo cittadellese sta spiluccando sardee fritte, anelli di calamari e sepione.

Le ronde padane, pettorina gialla “Veneto sicuro”, presidiano la linea di partenza.  

Il pacco gara comprende la visita alle mura, un tubetto di aglio concentrato e un panino con la mortadella. Premi per i gruppi piu’ numerosi, Voltabarozzo vince sempre.

Il palco della premiazione e’ un camion Iveco con il pianale di legno, di quello delle feste paesane degli anni Settanta.

Alla sagra di Fontane il primo premio della pesca di beneficenza era un Ciao Blu cobalto, miscela al 2%. Si pescavano i bigliettini gialli, ben chiusi da un triplo giro di elastico, da un’urna trasparente. La vincita maggiore che la famiglia Krguman abbia mai realizzato e’ stato un set di mestoli gialli di plastica.

Il sospetto di fontanesi piu’ sgamati e’ sempre stato quello che il perfido Don Gino custodisse nelle tasche dell’abito talare i bigliettini dei primi tre premi e l’infilasse nell’urna solo pochi istanti prima dello spettacolo pirotecnico, invitando i suoi parrocchiani piu’ fedeli a comprare gli ultimo tagliandi. Maldicenze, come i vari figli clandestini che gli venivano appioppati.

 “Di chi si tu?” mi chiedeva prima di confessarmi “Della Fiorentina”, rispondevo io. “No no, chi xe to Mama e to Papa’?  “Ah, Mater e Pater Krugman”.  “Ah, go capio. To mama xe quea Svissera bionda…”

Bevo un cappuccio ricco di schiuma al Bar Centrale sfogliando il Mattino di Padova. “Eredita’ del commercialista. Parla la badante“, titola a nove colonne. Agli stranieri che vogliono risiedere a Cittadella e’ richiesto un reddito minimo annuo. Il colore dominante del Bar Centrale e’ il beige.

Alle nove e mezza parte la “cronometrata”. Non siamo piu’ di cento assiepati dietro allo striscione partenza. Lo start viene dato accendendo un immenso Raudo.

Booommmmmmmmmmmmmmmmmmm. Ho sempre odiato i petardi.

I cronometrati scattano veloci. Li seguo col mio passo.

Guardo dietro di me, non c’e’ nessuno. Sono decisamente ultimo.

Davanti sembrano gazelle. Ognuno porta al collo il cartellino di riconoscimento. La categoria femminile ha quello rosa. Gli over cinquanta quello rosso. Giallo per gli under 35 e arancione per la categoria  35-50.

Da oggi prendo  il cartellino arancione.

Annunci

3 risposte a “QUANDO SI DIVENTA OVER

  1. Tantissimi Auguri

  2. e tanti auguri!
    bello l’arancione, forse il giallo come colore ti sbatteva un pò

  3. signorina minuta

    Auguri tesoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...