PIAZZA GRAMSCI TWICKENHAM


E la chiamano estate: la Poderosa segna 17 gradi, cerco una copertina di pile per il divano fuksia, bagno bollente, un romanzo svedese che non finisce piu’.

Fuori il diluvio,

Altro che street rugby, il nuovo fenomeo di flash mob (che non so cosa voglia dire ma suona molto modern) della Milano di Pisapia.
Passiamo direttamente al terzo tempo? “Ma va, sei un rugbista”.

E ha ragione ancora Capitan Tony, ritornato ai fasti organizzativi dei primi anni novanta. Le famiglie al mare fanno miracoli.

Piazza Antonio Gramsci ha il fascino raccolto di uno stadio anglosassone.

Nove piccolo eroi metropolitani – equamente divisi tra under 14 e over 35 – una palla ovale, quattro spacciatori marocchini, due genitori salentini e una fidanzata bionda.

Le luci del supermarket a fare da quinta, insieme ad alberi piantati da poco e tende verdi a proteggere da un sole che non c’e’.

Si gioca a toccato, si arriva a 10.

Il nano bastardo di Riccione, che di nascosto corre 26 km ogni sera, e’ indiavolato. Ha l’arroganza fisica del primo Jona Lomu, nascosta in una giacca anti-pioggia che gli arriva ai piedi. L’ex cinico della circonvalla interna, convertito a Giusy Ferreri e Sanremo 2011, sfoggia la grinta di Shon Lamont nella sua casacca scozzese. Un nuotatore con gli occhiali da sole si scopre secondo centro.

Vecchi contro giovani: il nostro rugby di ricordi, la spavalderia del loro futuro da scrivere.

Un diluvio gioioso ci rende epici, come la canotta del nostro capitano, l’esuberanza delle sue ascelle che danzano sulla linea firmano la meta della vittoria.

Foto di gruppo

Birra in lattina, pizza unta, una bottiglia di Xintao sotto alla tettoia di un ristorante  coreano, ad aspettare che spiova.

“Io vado,” spiega l’ex cinico. “Sono incinto, di nuovo, e tremendamente romantico.” Inforca la sua bici d’argento e va.

Io ne accendo un’altra. Aspetto che torni l’estate.

Annunci

3 risposte a “PIAZZA GRAMSCI TWICKENHAM

  1. vorrei molto meritarmi di partecipare a questi eventi sportpoetici

  2. ser vieni allora martedi prossimo h 1930 al parco palestro

  3. niente da fare, il martedì gioco anche io a toccato, ma al cinodromo, quello di Roma, sotto ponte Marconi, ché c’è la birra alla spina, i compagni dell’Acrobax e il cinegay quando Luciano si ricorda di organizzarlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...